Guida alla scelta del termoarredo


Il termoarredo è ancora di moda o una scelta giusta per riscaldare casa? Negli ultimi anni l’esigenza di mantenere il design in tutti gli ambienti di casa è diventato sempre più ricercato e questa voglia di avere stanza eleganti ha influenzato anche la scelta del termoarredo, soprattutto in bagno.

Cos’è un termoarredo

Un termoarredo è un apparecchio per il riscaldamento degli ambienti domestici o di lavoro che funziona a mezzo di acqua calda o aria calda. Si tratta di una soluzione di riscaldamento alternativa ai termosifoni o ai sistemi di riscaldamento a pavimento, che può essere installata in qualsiasi ambiente senza richiedere lavori di muratura o altre opere edili. I termoarredi sono spesso dotati di una superficie di riscaldamento in metallo, che può essere integrata in una cornice di design o in una mensola, ed emettono calore in modo omogeneo e silenzioso. In questo caso, si tratta di un complemento multi-funzione ideale negli ambienti piccoli dove alla funzione di riscaldamento si unisce quella di porta-oggetti o porta-biancheri.

 Inoltre, molti modelli sono dotati di funzioni di controllo della temperatura e dell’umidità, che permettono di regolare il comfort termico dell’ambiente in modo preciso.

Cosa fare prima di scegliere il termoarredo più adatto

Prima di acquistare un termoarredo è necessario fare delle valutazioni iniziali. In primo luogo, verificare le esigenze di spazio a disposizione, che ti consentiranno di acquistare un prodotto con la potenza termica giusta, e controllo gli impianti per essere sicuri che il termoarredo sia compatibile con l’impianto pre-esistente in casa tua.

Dove posizionare un termoarredo in bagno

Una delle stanze dove solitamente si è portati a scegliere un termoarredo è il bagno. In questo spazio ci sono diversi opzioni per posizionarlo.

Il posizionamento ideale per un termoarredo in bagno dipende dalle dimensioni del bagno e dalle preferenze personali. Tuttavia, alcune opzioni comuni per il posizionamento di un termoarredo in bagno sono:

  1. Sopra il lavandino: questa è una posizione comune per i termoarredi a parete, in quanto aiuta a riscaldare l’area intorno al lavandino e può essere facilmente raggiunta quando ci si lava le mani o il viso.
  2. Sotto la finestra: se il bagno ha una finestra, posizionare il termoarredo sotto di essa può aiutare a prevenire la condensa e il ghiaccio sui vetri durante i mesi invernali.
  3. Vicino alla doccia o alla vasca: posizionare il termoarredo vicino alla doccia o alla vasca può aiutare a riscaldare l’acqua e a rendere l’ambiente più confortevole durante i mesi freddi.
  4. In un angolo: se il bagno è piccolo o ha una disposizione irregolare, posizionare il termoarredo in un angolo può essere una buona opzione per risparmiare spazio e utilizzare al meglio lo spazio disponibile.

In generale, è importante assicurarsi che il termoarredo sia posizionato in modo da consentire una facile accessibilità e una buona circolazione dell’aria per garantire una distribuzione ottimale del calore. Inoltre, è importante rispettare le norme di sicurezza, come ad esempio mantenere una distanza minima di sicurezza dai materiali infiammabili.

Tutti i parametri per scegliere il termoarredo più adatto

Per scegliere il termoarredo adeguato per la tua casa, ci sono alcune cose da considerare:

Dimensioni della stanza: assicurati di scegliere un termoarredo che sia sufficientemente potente per riscaldare la stanza in cui verrà installato. Per calcolare la potenza necessaria, puoi utilizzare un calcolatore online o chiedere consiglio a un tecnico.

Tipo di riscaldamento: esistono diversi tipi di termoarredi, come quelli a gas, elettrici o a olio. Scegli quello che meglio si adatta alle tue esigenze e al tuo budget. Il termoarredo può essere allacciato direttamente alla caldaia, e funzionare coma un normale termosifone, può essere elettrico e quindi deve essere attaccato a una presa di corrente; oppure ha un funzionamento combinato: il termoarredo oltre a essere allacciato all’impianto di riscaldamento centralizzato, viene anche dotato di resistenza elettrica. Il funzionamento combinato è tra i più gettonati negli ultimi anni, dove il riscaldamento dell’acqua e degli ambienti, di solito è ibrido e prevede l’esistenza di un impianto elettrico o a gas con l’installazione di pannelli fotovoltaici. Il funzionamento combinato permette di accendere il termoarredo con acqua calda nei periodi più freddi dell’anno e utilizzare nei periodi con un clima più mite.

Posizionamento: considera dove verrà posizionato il termoarredo e se è adeguato allo spazio disponibile. Se hai bisogno di un termoarredo per una stanza con poco spazio, potresti optare per un modello a parete o a pavimento.

Estetica: assicurati che il termoarredo scelto si adatti allo stile della tua casa. Ci sono molti modelli disponibili con diverse finiture e stili; quindi, dovresti essere in grado di trovare qualcosa che si adatti al tuo gusto personale.

Efficienza energetica: cerca un termoarredo con un’alta efficienza energetica, in modo da risparmiare sui costi di riscaldamento.

Prezzo: infine, considera il prezzo del termoarredo e confrontalo con altre opzioni disponibili sul mercato. Assicurati di scegliere un modello che si adatti al tuo budget senza compromettere la qualità.

Termoarredo e risparmio energetico

Il termoarredo è un sistema di riscaldamento a parete che utilizza acqua calda come mezzo trasportatore di calore. I termoarredi sono spesso utilizzati per riscaldare gli ambienti in modo efficiente dal punto di vista energetico, poiché consentono di raggiungere e mantenere una temperatura confortevole senza disperdere calore verso l’alto come avviene con i termosifoni tradizionali.

Il risparmio energetico è una pratica che mira a ridurre l’utilizzo di energia, sia in termini di quantità che di costi, attraverso l’adozione di misure e tecnologie che consentono di ottenere lo stesso risultato con un consumo di energia minore. Nel caso dei termoarredi, il risparmio energetico può essere ottenuto scegliendo modelli a basso consumo e utilizzandoli in modo efficiente, ad esempio impostando una temperatura adeguata all’ambiente e spegnendo il riscaldamento quando non è necessario.

Inoltre, è possibile aumentare il risparmio energetico dei termoarredi utilizzando fonti di energia rinnovabile, come ad esempio il solare termico, per produrre l’acqua calda necessaria al loro funzionamento. Altre soluzioni per il risparmio energetico nell’edilizia includono l’isolamento termico degli edifici e l’utilizzo di impianti di climatizzazione a basso consumo.

Devi scegliere il termoarredo per la tua casa o per il tuo bagno? Ti aspettiamo in store.