Progetti Esagono: un appartamento a Caserta in corso Trieste

Questa ristrutturazione ha visto una stretta collaborazione tra il cliente privato, una giovane coppia, e lo show-room Esagono di Caserta, in particolare con l’architetto dell’azienda Ilenia Serpico che ha seguito il progetto degli interni in ogni sua sfaccettatura, seguendo e ispirandosi all’elegante ed esigente gusto della committenza.

Qual è il concept del progetto?

Il progetto nasce come ristrutturazione di un appartamento in un palazzo di inizio novecento sul corso principale della città di Caserta, corso Trieste, caratterizzato da spazi “obbligati”, muri portanti spessi anche 50 cm che hanno ovviamente influenzato le scelte decorative e progettuali, ma che sono stati trasformati in punti di forza dai materiali scelti, che ne esaltano le caratteristiche estetiche e storiche.

Che tipo di rivestimenti sono stati scelti?

Per l’intero appartamento è stato scelto un parquet Bauwerk, ma stavolta non un “semplice” prefinito, in quanto da subito la cliente si è innamorata della serie “master edition” nella colorazione “brandy”, la collezione le cui finiture sono affidate alla maestria degli artigiani bavaresi di Schotten & Hansen, esperti nel trattamento delle superfici con tecniche tradizionali. Ogni plancia in rovere di Master Edition Studiopark (1700 X 150 X 11 mm) esce grezza dagli stabilimenti Bauwerk di St. Margrethen per essere poi finita manualmente con oli pigmentati e cere naturali che danno vita a una pavimentazione davvero unica, realizzata con cura quasi “sartoriale”, con giochi di luce che ricordano il parquet oliato di una volta.

Tutto l’appartamento si è vestito di questo bellissimo parquet, compresa la scala, realizzata in opera, tranne la zona della cucina, pavimentata con il gres porcellanato 120×120 della serie “One” di Caesar e l’ambiente soppalcato dello studio, pavimentato con una mattonella 60×120 della serie “la roche” di Rex, gruppo Florim Ceramiche.

Come sono stati progettati i bagni?

La scelta del parquet è ricaduta anche per i bagni, il primo, a servizio della zona giorno, ed il secondo invece a servizio proprio della camera padronale terminante con una piccola ma elegante lavanderia rivestita con il gres porcellanato di Sant’Agostino , con la collezione “Patchwork” Classic dal sapore vintage e realizzata con mobili su misura dalla ditta Artesi-Agha.

Il primo bagno si caratterizza per la presenza importante del bellissimo mobile che vede la firma di Antonio Lupi, collezione “il bagno”, finemente accostato alla rubinetteria Gessi, presenza esclusiva in entrambi i bagni, con la collezione “acciaio 316” . Il rivestimento, affidato alle lastre di Casamood, con la serie “neutra” nei colori polvere e oliva, è lasciato ad altezza ridotta, 120 cm, per dare l’idea di una boiserie  e richiamare lo stile novecentesco dell’appartamento.

Il secondo bagno è stata la sfida più grande: quella di voler realizzare uno spazio “suite” di grande impatto visivo , ma al contempo funzionale essendo l’unico bagno a servizio della zona notte. L’ambiente si apre con due consolle, posizionate sulla destra e freestanding, firmate Zucchetti Kos e dalla bellissima vasca Agape “Ottocento Small” in cristalplant sorretta da piedini realizzati nello stesso materiale, ed ispirata alle linee di un passato remoto, interpretata alla luce di un’estetica essenziale ed attuale; Anche qui la scelta del rivestimento è ricaduta sulle lastre di Casamood, serie neutra nei colori polvere e avio , sempre montate a “boiserie”.
Per entrambi i bagni, sono stati scelti gli igienici sospesi di Ceramica Globo, serie 4all.

C’è stata una richiesta particolare da parte del cliente?

Sicuramente la volontà di rendere omaggio agli ambienti storici dell’appartamento ed in generale dell’intero palazzo, ma con un occhio alla modernità; ecco spiegata la complessa scelta di materiali dal sapore unico e vintage ma con uno sguardo rivolto al futuro.

Quali sono gli aspetti che rendono unico questo appartamento?

Il pezzo forte di tutta la casa è sicuramente il parquet di Bauwerk con la sua master edition, risaltato dai bellissimi arredi scelti dalla committenza e dall’accostamento dei colori di tende e poltrone, derivanti dall’ottimo gusto dei committenti. La scala realizzata con le plance in color Brandy, sospesa e autoportante, rende unico l’ambiente dello studio, caratterizzato da arredi vintage e pezzi d’arte. Per tutto il Centro Vendite Esagono è stata una grande sfida soddisfare le altissime aspettative dei clienti e un onore realizzare un progetto così complesso nella gestione dei tanti fornitori e materiali, ma dalle caratteristiche uniche e irripetibili.

Crediti del progetto:

Consulente esagono e copyright foto: Architetto Ilenia Serpico

Materiali:

  • BAUWERK MASTER EDITION – STUDIOPARK col. brandy spazzolato cerato in plance da 170 cm x 15 di larghezza
  • IGIENICI: Ceramica Globo
  • PIATTI DOCCIA: Novellini
  • RUBINETTERIA: GESSI acciaio 316 ovunque
  • BOX DOCCIA E MOBILI LAVANDERIA: AGHA-ARTESI
  • MOBILI BAGNO: ANTONIO LUPI collezione “IL BAGNO” e ZUCCHETTI KOS consolle
  • VASCA: AGAPE “small”
  • PAVIMENTI E RIVESTIMENTI: CAESAR collezione ONE;  S.AGOSTINO coll. CLASSIC DECORO; CASAMOOD collezione NEUTRA
  • SCALDASALVIETTE : IRSAP – pareo

Sfoglia la gallery del progetto: