Come riscaldare casa: una guida agli impianti di riscaldamento più diffusi

Quando la stagione invernale si avvicina, si cominciano a valutare le diverse soluzioni per poter riscaldare casa, cercando di scegliere le più adatte al proprio stile di vita ma, soprattutto, alle caratteristiche degli ambienti. In generale, la maggior parte delle persone che intendono ristrutturare il proprio appartamento o progettarne uno da zero, prendono in considerazione soprattutto tre aspetti importanti: il risparmio energetico, l’ecosostenibilità e il risparmio sui costi in bolletta. I sistemi di riscaldamento più innovativi e tecnologici hanno proprio questi vantaggi, oltre ad essere particolarmente efficienti. Allo stesso tempo, non obbligano a rinunciare alla bellezza estetica e al design.

Vediamo nel dettaglio quali sono gli impianti di riscaldamento più diffusi attualmente.

Riscaldamento a pavimento: una soluzione confortevole

Il riscaldamento a pavimento è la soluzione ideale per le case dal soffitto molto alto in quando il calore, che tende naturalmente a salire proprio verso l’alto, va riscaldare in modo uniforme tutte le aree dell’ambiente. Il maggior comfort abitativo è garantito dalla serpentina collocata sotto il pavimento, che trasmette una maggiore sensazione di benessere dovuta al calore percepito dai piedi e alla minore differenza di temperatura tra i piedi e la testa. Anche da un punto di vista pratico il sistema a pavimento è vantaggioso, in quanto non genera ingombri nell’appartamento e non va a invadere lo spazio abitabile in quanto è inserito all’interno del pavimento, consentendo di scegliere la tipologia di pavimentazione che si preferisce: parquet, piastrelle, pietra naturale, moquette. La temperatura può essere personalizzata diversamente in ogni stanza grazie a un termostato collocato in ogni ambiente e la temperatura della caldaia si può impostare tra i 30 e i 40 gradi, garantendo anche un minore consumo energetico con il conseguente risparmio in bolletta. Nel nostro articolo dedicato potrai scoprire i 4 motivi per scegliere il riscaldamento a pavimento per la tua casa.

Termoarredo: una soluzione di design

Il termoarredo è una soluzione dal grande impatto estetico che sta gradualmente sostituendo i vecchi radiatori e termosifoni in ferro o in ghisa. Questi elementi sono vantaggiosi perché rispondono a due esigenze importanti: quella funzionale (riscaldare l’ambiente) e quella estetica (essere belli e piacevoli da guardare). I termoarredi nascono come “scaldasalviette” da collocare in bagno per riscaldare gli asciugamani grazie alla struttura tubolare, per poi trasformarsi in dei veri e propri elementi d’arredo dal design innovativo e originale che consentono di arredare con gusto ogni ambiente della casa, con soluzioni sempre più innovative. Come abbiamo specificato nel nostro articolo sui termoarredi, ne esistono di qualsiasi forma (ondulati, squadrati, sinuosi, fino a diventare delle composizioni artistiche), e materiale (ghisa, alluminio, acciaio, ceramica, vetro).

Il termoarredo è la soluzione più adatta per chi desidera riscaldare punti specifici di una stanza, magari scegliendo quelli elettrici che non necessitano attacchi con l’impianto dei termosifoni per funzionare, ma sono alimentati dalla normale corrente elettrica. Sono più facili da pulire rispetto ai normali radiatori e non occupano molto spazio in quanto sempre molto discreti e in grado anche di mimetizzarsi sulla parete.

Stufe a pellet: una soluzione ecologica

Le stufe a pellet sono probabilmente il sistema di riscaldamento attualmente più diffuso perché considerate ecosostenibili, pratiche da utilizzare e facili da pulire. Esteticamente la stufa a pellet è simile a una normale stufa a legna ma dal design più moderno perché realizzata con conduttori in acciaio inox o ghisa e rivestita in ceramica, vetro, metalli o pietra. La comodità d’uso deriva dal fatto che si può accendere in modo automatico, senza richiedere l’intervento manuale, e che può essere collegata all’intero impianto di riscaldamento, rendendo la temperatura confortevole in tutta l’abitazione.

La stufa a pellet è la soluzione ideale per chi desidera un impianto che rispetti l’ambiente e che sia ecocompatibile. Il combustibile, infatti, è il pellet, ovvero il più rispettoso dell’ambiente fra tutti i combustibili fossili presenti sul mercato perché non deriva dal taglio di alberi o dall’abbattimento di piante. Inoltre, la combustione avviene all’interno di una camera ermetica all’interno della stufa, in modo da non rilasciare fumi inquinanti nell’ambiente e non danneggiare l’organismo.

Per collocare una stufa a pellet in casa non c’è bisogno di grandi spazi a disposizione, perché le strutture non sono ingombranti e anche il pellet, che si acquista facilmente ma va scelto di ottima qualità, non è ingombrante.

Dal punto di vista economico, chi acquista una stufa a pellet ha diritto a detrazioni fiscali in quanto contribuisce a non emettere gas inquinanti nell’ambiente e sono disponibili anche incentivi fiscali e agevolazioni fino al 65%. Per il suo montaggio, è necessario l’intervento di un tecnico specializzato che una volta l’anno, dovrà occuparsi anche della pulizia straordinaria degli elementi interni alla stufa.

 

Desideri una consulenza specifica sul sistema di riscaldamento più adatto per la vostra casa? Vienici a trovare nei nostri showroom di Aversa e Caserta, oppure prendi un appuntamento al numero 0818901148 e iniziamo a progettare i tuoi spazi insieme.