Rivestire casa con la carta da parati: 4 materiali di tendenza

Una delle tendenze più amate nel mondo dell’interior design è il rivestimento delle pareti con la carta parati che vanta un ritorno in grande stile. Mentre un tempo la si sceglieva soprattutto per la camera da letto e per la zona living, oggi – sfidando ogni stereotipo – è utilizzata anche in bagni e cucine, oppure per arredare piccoli angoli di casa. Insomma, un vero e proprio elemento di design per personalizzare casa, e che prevede molteplici vantaggi.

Qualunque sia lo stile della propria abitazione o quello di arredo, la carta da parati è in grado davvero di soddisfare ogni gusto grazie alla sua versatilità: dai motivi geometrici a quelli tropicali passando per i fiori tradizionali e per il trompe l’oeil, dai motivi animali a quelli architettonici.

Oltre ai diversi motivi grafici o decorativi, per scegliere la carta da parati più adatta va considerato anche il materiale di cui è composta. Anche in questo caso, le possibilità sono tantissime: non solo cellulosa, ma anche tessuti come lino, nylon, vinile, fibra di vetro, pvc o moderne fibre sintetiche.

Materiali non soltanto belli e dal grande effetto scenografico, ma anche “sani” perché il loro impiego abbatte e blocca la proliferazione di batteri comuni. Inoltre, grazie all’innovata tecnologia, le moderne carte da parati sono realizzate con speciali materiali che le rendono resistenti ad acqua e umidità e facili da pulire: macchie e segni sono quasi sempre eliminabili in poche mosse.

Dopo avervi parlato dei stili decorativi della carta da parati più amati, in questo articolo approfondiamo le caratteristiche delle quattro tipologie di materiali maggiormente di tendenza, analizzandone anche i vantaggi.

Carta da parati in cellulosa naturale

Quella in cellulosa è la carta da parati più diffusa. Un tessuto naturale molto apprezzato perché, essendo non plastificata, è completamente ecosostenibile. Si tratta, infatti, di un materiale ottenuto dalla lavorazione del legno, e proprio per questo motivo si rivela molto resistete e durevole nel tempo.

Carta da parati in TNT lavabile

Il cosiddetto “tessuto non tessuto” è un materiale utilizzato anche per la carta da parati. Una soluzione composta da fibre tessili (cotone, seta, iuta o lino) e sintetiche che la fa somigliare al vero tessuto, ma che in realtà è molto più resistente ed economica. Inoltre, la sua composizione permette alle pareti di traspirare e prevenire in questo modo la formazione di muffe.
Tra i suoi vantaggi: si applica facilmente, non ha bisogno di molta manutenzione, è perfettamente lavabile; è idrorepellente e resistente alle alte temperature; lo sfondo non si strappa perché è un materiale molto solido. In più la carta da parati in TNT è resistente alla luce, e ciò significa che i colori resteranno sempre belli come nuovi, senza che la luce solare possa rovinarli o scolorirli.
Per rimuoverla bastano poche semplici mosse, senza utilizzare strumenti particolari e/o prodotti chimici. I residui di possono essere eliminati completamente senza danneggiare il muro.

Carta da parati in vinile

Il vinile è il materiale perfetto se desiderate posare la vostra carta da parati sulle pareti del bagno o della cucina perché è resistente all’acqua e all’umidità. La sua composizione prevede un sottostrato di carta e uno superiore in materiale sintetico, e ciò lo rende durevole e resistente. In più, il rivestimento in vinile ha anche altri importantissimi pregi: è inodore, ignifugo (ecco perché è molto consigliato per l’ambiente cucina), si lava semplicemente con acqua e sapone neutro e riesce a mantenere inalterata la sua bellezza cromatica. Unico aspetto negativo del vinile: è più costoso degli altri materiali e, mentre lo strato superiore è facile da rimuovere, quello sottostante può essere rimosso solo con l’aiuto di strumenti specifici.

Carta da parati in fibra di vetro

La fibra di vetro è uno dei materiali più resistenti perché la sua composizione le consente di conferire alla carta da parati maggiore stabilità, efficienza, leggerezza e flessibilità. Per la sua elevata resistenza all’usura e all’acqua, è ideale per l’applicazione in zone umide o in aree ad alto calpestio, come pavimenti, cucine e bagni.

Inkiostro Bianco: la rivoluzione della carta da parati

Uno dei brand con uno stile fluido e dinamico nato dalla contaminazione con pensieri, suggestioni e fascino sia nazionale che internazionale è Inkiostro Bianco. La sua è una vera e propria rivisitazione dell’intramontabile carta da parati, la quale viene trasformata in un prodotto moderno e interessante in grado di donare nuova vita a qualsiasi ambiente.

 

 

Sei interessato a rivestire casa con la carta da parati?
Affidati agli interior designer di Esagono che sapranno dar forma, colore e dimensione a qualsiasi tuo desiderio.
Prenota la tua consulenza dedicata al numero 0818901148.